07 marzo 2006

VERGOGNA! COME ROVINARE UN RAPPORTO: se volete, noi sappiamo a chi rivolgerci

Per una volta non parlerò di politica, ma mi esibirò in uno sfogo che non sarebbe mai uscito se qualcuno non avesse buttato spiacevolmente e in modo infimo benzina sul fuoco.
Questo sfogo parte dal fatto che alcune persone che amano farsi belle quando belle non lo sono (e soprattutto non lo sono state con noi), sparando cazzate a raffica, non calcolano mai che le cose prima o poi arrivano al destinatario anche se non si vogliono far arrivare: questa si chiama vigliaccheria...e noi siamo forse un po' troppo ingenui (visto come ci siamo comportati dopo, anche se non ci pentiamo certo di esserci comportati bene, nonostante quelle persone, col senno del poi, non se lo meritassero per niente)
Chiariamo quello che sta succedendo: la formazione dei Talco, col passare del tempo, ha subito inevitabilmente dei cambiamenti ed è su questi cambiamenti che è nata la polemica. A noi non fa certo piacere quando se ne va una persona che ha condiviso con noi dei bei momenti di divertimento e musica. Il problema è che quella persona, quando va via, va via per un motivo ben preciso che ha provocato il tutto.
Ho sempre pensato che certe questioni private vadano affrontate con le persone interessate; purtroppo alcuni non la pensano così, andando in giro a infamare, a raccontare i fatti in modo falso....per carità, non che ne abbiamo risentito personalmente (non che una minuta compagnia di amici che non sa bene come siano andate le cose ci scalfisca troppo); tuttavia, a questo punto non mi sento proprio di stare zitto, perchè il rispetto dovrebbe essere reciproco e non unilaterale e dato che la cosa si è fatta più o meno pubblica (dico più o meno perchè riguarda quella minuta compagnia di cui prima, e 4-5 in più forse), cerccherò di rendere ciò che è già pubblico almeno vero, che rispetti ciò che è successo.
Da quando siamo nati, 4 persone sono cambiate nei Talco, e di una particolarmente mi dispiace perchè si tratta di una persona eccezzionale che suonava con me da quando sono nati i Talco per la quale abbiamo dovuto prendere una decisione per motivi tecnici e non certamente personali (tanto che siamo ancora legati). Fortunatamente a livello di amicizia la sua assenza è stata colmata da una persona altrettanto eccezionale, Francesco, che suona con noi ormai da un anno e mezzo integrandosi subito come se avesse suonato con noi da sempre, e che ha fatto crescere molto i Talco dal vivo e a livello compositivo.
Le altre tre persone, invece, sono accomunate da una stessa caratteristica: non suonano più con noi per qualcosa di grave che hanno fatto, nei nostri confronti. Alcune cose le posso dire, altre meglio di no, perchè sarebbe da inorridire solo ad apprenderle. Il primo personaggio che siamo stati costretti a cambiare era una persona che non condivideva idee di indipendenza musicale e sintonia a livello di amicizia con noi (in alcune occasioni si è comportato veramente male e all'ultima cattiva provocazione.....), al quale è subentrato Emanuele, amico praticamente da quando eravamo bambini, quindi farei iniziare il progetto Talco dal suo arrivo, e, considerando un gruppo = musica + amicizia, penso non serva aggiungere altro.
La sezione fiati è quella che ha subito più cambiamenti, lasciando come punti fermi Riccardo che suona dall'inizio e Davide al sax contralto subentrato successivamente (che tornerà quest'estate dopo l'anno sabbatico a Parigi). Con questa formazione (Nick-Batteria, Dema-voce, Gesù-chitarra, Terra-Tromba, Samba-sax, Checco-Basso, Tonello-tastiera) ci troviamo molto bene e un rapporto di amicizia ci lega in ogni nostra uscita. Purtroppo altre persone che hanno fatto apparizioni saltuarie se non "settimanali" con noi, raccontano altre cose, ma mi piacerebbe che queste persone dicessero cosa diavolo hanno combinato all'interno del nostro gruppo, rovinando quella situazione di divertimento che dovrebbe sempre contraddistinguere una realtà musicale. Quelle persone si sono comportate in modo talmente indegno e vergognoso, chi sul palco (non mi sono mai così vergognato in tutta la mia vita di membro dei Talco come quella volta, e chi c'era in quella giornata lo sa bene...ho detto tutto), chi fuori dal palco (e se quello che dice è vero, oggi suonerebbe con un miliardo di gruppi, invece quella persona è stata mandata via anche dagli altri gruppi per gli stessi motivi nostri....vogliamo chiederci chi ha sbagliato?), che quelle cazzate che sparano in giro per pura cattiveria e arroganza, mi fanno ancora pià pensare a quanto sia stato un bene che ora siano lontane.
Anche il concerto in campo San Giacomo, il sabato di Carnevale, è da inserirsi in questo quadro: dico solo che noi stiamo bene, stiamo raccogliendo enormi soddisfazioni che non avremmo mai pensato di raccogliere e questo grazie ai nostri sacrifici, il nostro rapporto di amicizia è sempre intatto, e che le falsità (anche se appartengono ad una ridicola e ristretta parte) ci feriscono molto, anche perchè i nostri mea culpa a queste persone (anche se non ce n'erano da fare) li abbiamo già fatti privatamente...ah, maledetta ingenuità, sarà meglio tirare fuori i denti prima o poi......

A proposito di amicizia, diamo il benvenuto al nostro nuovo sassofonista tenore: Enrico Marchioro. Gli auguriamo di trovarsi bene con noi, ma è un augurio arrivato in ritardo dato che ormai, dopo solo tre settimane, ci troviamo alla grande.

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home