12 aprile 2006

E COME SEMPRE GLI INTELLETTUALI ROVINANO I NOSTRI SOGNI

Forse qualcuno si aspettava un intervento sul blog prima, ma mi sentivo un po' frastornato in questi giorni........23% ???????? Primo partito in Italia? Mi viene da vomitare.
Troppe domande alle quali non so ancora dare risposte definitive, ma che mi spingono a pensare che il popolo italiano non abbia ancora imparato le basi della libertà, senso della giustizia, e che la sinistra italiana (o presunta tale), sia a rotoli......
Analizziamo entrambe le cose in velocità: in altri paesi potrebbe un partito del genere fare politica? UN partito nato da una costola della mafia, corrotto, indagato, pericoloso alla libertà? E qui in Italia viene votato dal 23& del popolo italiano....penso non ci sia altro da dire....ho sempre rispettato il voto delle persone, perchè la libertà di scelta si sa che la base della democrazia, ma non riesco dentro di me a tollerare chi lo hanno rivotato....VERGOGNA....
E parliamo di sinistra, quella sinistra che festeggiava in Piazza Santi Apostoli, come se il nano fosse stato cacciato una volta per tutte......come se fosse stata una vittoria schiacciante e non uno 0,1% in più che ci farà stare fermi per 5 anni.....e quel 7-8% schiacciante di vantaggio alle Regioni? E tutti quei fottuti sondaggi? Non c'era niente di sbagliato se non quelle vuote facce a rappresentare un popolo che aspirerebbe a una vittoria della sinistra, costretto a votare con le dita in gola per questi incapaci........
Mi sento frustrato , vedendo questa sinistra, che invece di fare i mea-culpa, esulta e persevera nel proprio snobbismo-tipico da intellettuali di bassa lega che fa eternamente perdere il treno al popolo italiano. Sono stufo dei sorrisi di Prodi, Fassino, Rutelli, ne ho le palle piene di persone che non sanno parlare alla gente comune, farsi capire, farsi votare. Continuino pure a festeggiare, mentre i problemi continueranno a pesare sulle nostre spalle.

Penso a un libro di Orwell, "La strada di Wigan Pier", in cui Lo scrittore va a visitare le miniere inglesi degli anni 30, comprendendo solo in quel momento il vero male della sinistra: l'indottrinamento di demagoghi che, proprio per diversità di esperienze, non potranno mai parlare a nome del popolo, il popolo che paga sempre errori altrui...... Che cazzo ne sa il 50% degli italiani di BOT e CCT? e di PIL? GLi italiani vogliono meno precarietà, più diritti, se ne fregano della fanta-politica.....Questo ha fatto ancora una volta la sinistra istituzionale italiana, questo - non votare sinistra - li rende dei veri ed unici COGLIONI.
Concludendo: Berlusconi aveva dichiarato che la figlia di un operario, non poteva essere come la figlia di un imprenditore........beh, se la sinistra professa l'uguaglianza di diritti, impari a parlare alla gente e non ad uno specchio.

E non ci venga a dare insegnamenti un filosofo sul quale nutro una stima pari allo zero, che offre il proprio esempio di "grande coalizione di sinistra", per governare (quando tutti noi, soprattutto il 50% dei veneziani che hanno votato per Casson, sappiamo a chi ha chiesto i voti il falso Cacciari, mandando a puttane i nostri valori).

1 Comments:

Anonymous jesus said...

Sono perfettamente d'accordo...sono state le peggiori elezioni della storia...L'unica cosa che ha vinto, dopo l'ignoranza del popolo è la mediocrità dei nostri politici...
FATE SCHIFO!!!

mercoledì, 12 aprile, 2006  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home